La calata dei lobbisti su Pavia

[PDF] Programma incontro addomesticamento giornalisti

Quando parliamo di “lobby delle macchinette mangiasoldi”, temiamo sempre di essere presi per complottisti. Tuttavia, questa lobby esiste e agisce alla luce del sole.

Foto di Matthew Westercamp.

Foto di Matthew Westercamp.

Domani (26 marzo 2013), questa lobby, che difende gli interessi di chi lucra (legalmente) sul gioco d’azzardo, calerà su Pavia, una città che per motivi materiali e simbolici è diventata il simbolo dello scontro politico attorno alla questione delle macchinette. È anche la città dove è nato SenzaSlot.it. All’hotel Moderno dalle 10:30 alle 13 si terrà infatti uno strano incontro chiamato Media tutorial e rivolto esclusivamente ai giornalisti (perché i cittadini comuni non possono entrare?). A organizzare questo incontro è Confindustria Sistema Gioco Italia, che rappresenta gli imprenditori del gioco (legale).

“Media tutorial” si potrebbe tradurre come “addestramento dei giornalisti”, ma noi useremmo piuttosto il termine “addomesticamento”: lo scopo di questo incontro è infatti addomesticare i giornalisti su “sviluppo, evoluzione, regole” del gioco legale in Italia, invitandoli in questo modo a parlare dell’argomento in un modo più favorevole agli interessi di Confindustria.

Saranno presenti il presidente di Sistema Gioco Italia, Massimo Passamonti, con le cui “proposte indecenti” abbiamo già polemizzato. Inoltre ci saranno due vicepresidenti della stessa associazione datoriale e Fabio Schiavolin, vicepresidente dell’Associazione Concessionari Apparecchi da Intrattenimento.

Le proposte di Passamonti sono molto pericolose e le abbiamo descritte come il tentativo di comprarsi i sindaci e di comprarsi le associazioni anti-slot. Nell’idea di Passamonti e di Confindustria, i sindaci verrebbero comprati lasciando ai comuni le tasse sulle macchinette, mentre le associazioni anti-slot verrebbero comprate offrendo loro la partecipazione ad osservatori sulle ludopatie, generosamente finanziati dagli stessi padroni delle slot: ci sembra evidente il conflitto di interessi.

E infatti, chi è stato invitato a questo incontro, oltre ai giornalisti? Il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo, che parlerà in una sessione che nel titolo parla di “collaborazione con il Comune di Pavia” (quindi, il Comune di Pavia collabora coi padroni delle slot? interessante…). E inoltre, dice l’opuscolo del convegno, sarà presente l’Associazione “Movimento No-Slot”. Noi abbiamo un’interlocuzione aperta con questa associazione, che fa un valido lavoro, ma non siamo convinti che sia saggio accettare inviti da quelli che sono obiettivamente i nostri nemici. Noi di SenzaSlot non siamo stati invitati ma avremmo senz’altro declinato l’invito: questa gente va combattuta senza legittimare operazioni propagandistiche che non sono vere occasioni di approfondimento e confronto. Ci auguriamo ad ogni modo che gli amici del Movimento No-Slot colgano l’occasione per sbugiardare come si deve l’operazione lobbistica di Confindustria a Pavia.

Ai giornalisti chiediamo di sentire l’altra campana; siamo disponibili a un confronto approfondito (non un media tutorial, crediamo che i giornalisti non abbiano bisogno di tutori) per spiegare la pericolosità sociale e politica delle proposte della lobby.

Collettivo SenzaSlot.it

Pubblicato in Pavia

Rispondi

Ricevi gli aggiornamenti via Email

Iscriviti con la tua mail per ricevere gli aggiornamenti di questo blog direttamente nella tua casella!

Unisciti a 56 altri iscritti